I Am Divine

USA, 2013, HDCAM, 85', b/n-col.

regia:

Jeffrey Schwarz

I Am Divine

Nella finzione cinematografica è stata violentata da un'aragosta gigante, è morta sulla sedia elettrica, ha mangiato gli escrementi di un cane (davvero), ha vinto il titolo di persona più schifosa dell'universo. Fuori dallo schermo è stata regina della disco music, attrice di music hall, sosia sovrappeso di Liz Taylor. Chi se non Divine (al secolo Harris Glenn Milstead) può vantare un simile curriculum? Un personaggio larger than life, scomparso nel 1988, il primo travestito a diventare una star, grazie alle pellicole underground in cui l'amico, alter ego e deus ex machina John Waters l'ha trasformata nell'immagine da specchio deformante dell'America camp. La vita, il successo, le difficoltà di una personalità unica, nata per essere una diva, dalla giovinezza scapestrata nei sobborghi di Baltimora alla fama internazionale fino alla morte prematura, il tutto raccontato da chi l'ha conosciuta e amata: la madre Frances, John Waters, Holly Woodlawn, Tab Hunter, Ricki Lake e tanti fans.   

montaggio

Phillip J. Bartell

suono

Jeff Kushner

musica

Michael Cudahy

interpreti

John Waters, Ricki Lake, Tab Hunter, Bruce Vilanch, Mink Stole, Holly Woodlawn, Divine

produttore

Jon Glover, Lotti Pharriss Knowles, Lance Robertson, Jeffrey Schwarz

produzione

Automat Pictures, Inc., Making it Big

 

contatto

The Film Collaborative
festivals@thefilmcollaborative.org
www.thefilmcollaborative.org

 

Jeffrey Schwarz

Biofilmografia

Jeffrey Schwarz, nato nel 1969 a New York, vanta una lunga carriera di regista e produttore di documentari e “dietro le quinte” incentrati sul mondo del cinema, realizzati attraverso la Automatic Pictures, di cui è il presidente. Tra le personalità con cui ha collaborato vanno elencati Martin Scorsese, David Lynch, Jonathan Demme, John Carpenter, Sam Mendes, Sidney Lumet e i fratelli Coen. Nel 2008 ha diretto Wrangler: Anatomy of an Icon, incentrato sulla figura del porno attore gay Jack Wrangler, nel 2011 Vito, sull'attivista Vito Russo, e, nel 2013, I Am Divine, sull'attore feticcio di John Waters.  

Partner
Twitter