My Days of Mercy

Regno Unito/USA, 2017, HD, 103', col.

regia:

Tali Shalom Ezer

My Days of Mercy

Può l'amore nascere nel braccio della morte? Le sorelle Lucy e Martha Seimetz sono due ferventi abolizioniste della pena di morte, contro cui protestano ogni qual volta se ne presenti l'occasione, spostandosi tra un penitenziario e l'altro del Midwest. Durante una manifestazione fuori da un carcere lo sguardo di Lucy incontra quello di Mercy: l'attrazione è immediata da entrambe le parti. Ma una barriera, apparentemente insormontabile, sembra dividerle: Mercy si trova lì per sostenere l'esecuzione di un condannato, colpevole dell'uccisione di un collega del padre poliziotto. Ma non solo: anche il padre di Lucy è rinchiuso dietro le sbarre e su di lui pende una sentenza capitale… Ellen Page, candidata all'Oscar ed ai Golden Globes per Juno, qui nel ruolo di Lucy, e Kate Mara, già in "House of Cards", per cui ha ricevuto una nomination agli Emmy e che qui interpreta Mercy, in un dramma sentimentale e civile presentato all'ultimo Toronto International Film Festival.

sceneggiatura

Joe Barton

montaggio

Einat Glaser-Zarhin

fotografia

Radek Ladczuk

musica

Michael Brook

interpreti

Kate Mara, Ellen Page, Amy Seimetz, Brian Geraghty, Elias Koteas

produttore

David Hinojosa, Kate Mara, Ellen Page, Christine Vachon

produzione

Killer Films, Lexis Media

 

contatto

Great Point Media
Amy Briant
ABryant@greatpointmedia.com

 

Tali Shalom Ezer

Biofilmografia

Tali Shalom Ezer è nata nel 1978 in Israele. Ha studiato recitazione presso la Beit Zvi School of Performing Arts e regia teatrale e cinematografica presso la Tel Aviv University. Durante gli studi universitari ha esordito con il documentario A Summer in Abarbanel (2005), a cui sono seguiti il cortometraggio Living Room (2006), con cui ha partecipato al Festival di Cannes, ed il mediometraggio Surrogate (2009). Nel 2014 ha debutto nel lungometraggio con Princess, che è stato presentato, tra gli altri al Karlovy Vary International Film Festival ed al Sundance Film Festival.   

Twitter