Tinta Bruta

(Hard Paint)

Brasile, 2018, 2K, 118', col.

regia:

Filipe Matzembacher, Marcio Reolon

Tinta Bruta

Pedro è un giovane camboy brasiliano che si esibisce in chat con lo pseudonimo di NeonBoy. Le sue performance, che lo vedono nudo e ricoperto di vernice fluorescente al buio, riscuotono un certo successo online. Ma fuori dalla stanza in cui si esibisce e dal microcosmo virtuale che lo desidera, esiste un mondo reale che gli è avverso: vittima di bullismo, si trova contemporaneamente ad affrontare un processo in cui è imputato e la decisione della sorella di andarsene dalla casa e la città in cui vivono, lasciandolo solo. Ben presto però, anche nella realtà parallela di internet qualcosa si incrina: qualcuno, che lui non conosce, sta copiando il suo stile peculiare, sottraendogli clienti. A Pedro non rimane che incontrare questo concorrente. Con esiti inattesi. La coppia Filipe Matzembacher e Marcio Reolon, tra le più apprezzate del cinema LGBTQI contemporaneo, torna al Lovers con il film vincitore agli ultimi Teddy Awards.

sceneggiatura

Filipe Matzembacher, Marcio Reolon

montaggio

Germano de Oliveira

fotografia

Glauco Firpo

scenografia

Manuela Falcão

suono

Tiago Bello, Marcos Lopes

interpreti

Shico Menegat, Bruno Fernandes, Guega Peixoto, Sandra Dani, Frederico Vasques

produttore

Filipe Matzembacher, Jessica Luz, Marcio Reolon

produzione

Avante Filmes, Besouro Filmes

co-produzione

Besouro Filmes

 

contatto

M-Appeal Worldsales
festivals@m-appeal.com
www.m-appeal.com

 

Filipe Matzembacher

Biofilmografia

Gli sceneggiatori e registi brasiliani Filipe Matzembacher (1988) e Marcio Reolon (1984), conosciutisi mentre studiavano cinema, iniziano la loro collaborazione nel 2012 con il documentario breve Um Diálogo de Ballet. Segue il lungometraggio d'esordio Beira-mar (2015), presentato alla Berlinale nel concorso esordienti. Successivamente dirigono la serie in quattro puntate “Oh Ninho” (2016), con cui si affermano come una delle sigle più interessanti e apprezzate della cinematografia queer contemporanea.      

Marcio Reolon

Biofilmografia



Gli sceneggiatori e registi brasiliani Filipe Matzembacher (1988) e Marcio Reolon (1984), conosciutisi mentre studiavano cinema, iniziano la loro collaborazione nel 2012 con il documentario breve Um Diálogo de Ballet. Segue il lungometraggio d'esordio Beira-mar (2015), presentato alla Berlinale nel concorso esordienti. Successivamente dirigono la serie in quattro puntate “Oh Ninho” (2016), con cui si affermano come una delle sigle più interessanti e apprezzate della cinematografia queer contemporanea.      

Twitter