Escape from Rented Island: The Lost Paradise of Jack Smith

USA, 2017, Video, 88', b/n-col.

regia:

Jerry Tartaglia

Escape from Rented Island: The Lost Paradise of Jack Smith

Eccessivo, visionario, innovatore, folle, camp: questo è stato Jack Smith. Un precursore dell'estetica queer e del cinema underground che, con opere quali Flaming Creatures e Normal Love, ha definito un immaginario, segnato un percorso ed indicato la strada a generazioni di filmmakers. Una strada fatta di personaggi in drag, costumi appariscenti, spirito decadente, e situazioni che riproducevano la propria idea, ambigua ed orgiastica, di Hollywood. Il regista newyorkese Jerry Tartaglia lo ha omaggiato con un video-saggio in cui ha fuso parti di film con registrazioni vocali di rare interviste. Non senza qualche sorpresa: l'avversione verso il termine "underground", divenuto una categoria cinematografica che, in qualche modo, lui stesso ha contribuito a creare, le sottili polemiche verso Jonas Mekas e gli Anthology Film Archives, dai cui si sarebbe sentito sfruttato, il ricordo di Mario Montez, futura superstar di Andy Warhol, ed assiduo collaboratore di Smith.

interpreti

Jack Smith, Mario Montez, Beverly Grant, Tony Conrad, Agosto Machado, Francis Francine, Irving Rosenthal, Tally Brown, Mary Waronov, Tiny Tim

produttore

Jerry Tartaglia

 

contatto

Light Cone

www.lightcone.org

 

Jerry Tartaglia

Biofilmografia

Jerry Tartaglia è un filmmaker, scrittore e insegnante. È stato tra i fondatori di Berks Filmmakers Inc., una delle più antiche rassegne di film e video alternativi degli Stati Uniti. Negli anni Settanta ha prodotto il lungometraggio, andato perso, Lawless. La sua trillogia cinematografica, A.I.D.S.C.R.E.A.M., Ecce Homo e Final Solutions, creata nei primi anni dell'epidemia dell'AIDS, in America, è stata proiettata in importanti festival e musei in Europa e America. Nel 2009 ha partecipato al TGLFF con il documentario sperimentale Is What Was (2008).  

Twitter