Smågodis, katter och lite våld

(Swedish Candy, Some Violence and a Bit of Cat)

Svezia, 2018, HD, 45', col.

regia:

Ester Martin Bergsmark

Smågodis, katter och lite våld

Ester Martin Bergsmark, già al TGLFF con Pojkanten e Nånting måste gå sönder, prosegue nell'opera di decostruzione dei generi, sia cinematografici che sessuali, con un cortometraggio crudele e liberatorio al tempo stesso. Due storie al femminile si intrecciano, in bilico tra la resa alle convenzioni e la voglia di trasgressione. Ma mantenere l'equilibrio è sempre difficile.

sceneggiatura

Ester Martin Bergsmark, Dimen Abdulla, Eva Johansson, Louise Löwenberg

montaggio

Andreas Nilsson

fotografia

Iga Mikler

scenografia

Clara Isaksson

suono

Jess Wolfsberg

musica

Tami Tamaki

interpreti

Eva Johansson, Louise Löwenberg, Nkosazane Alegra Rosa Söderquist Hlongwa, John Alexander Eriksson, Anahit Tovmasyan

produttore

Anna-Maria Kantarius

produzione

Garagefilm International AB

 

contatto

Garagefilm International AB
info@garagefilm.se
www.garagefilm.se

 

Ester Martin Bergsmark

Biofilmografia

Ester Martin Bergsmark è nato a Stoccolma nel 1982 e vive a Berlino. Con Fruit Cake (2007) ha partecipato al progetto Dirty Daries (2009), raccolta di tredici cortometraggi porno in chiave femminista. Nel 2008 ha esordito con il documentario sperimentale Maggie in Wonderland, a cui è seguito, nel 2012, Pojktanten, presentato al TGLFF 2013, dove è tornato l’anno successivo con il suo primo lungo, Nånting måste gå sönder (2014), premiato a Göteborg, a Rotterdam ed al Queer Lisboa.

Twitter