Mudar de vida-Libera vita

Italia, 2019, Video, 85', col.

regia:

Tonino De Bernardi

Mudar de vida-Libera vita

Sullo sfondo di una città come Torino che attraversa la crisi dell'industria e dove ogni giorno si palesano nuove difficoltà, ci affacciamo alla vita di alcune giovani migranti – Stella, Mary, Irene, Augusta e Vien – ospiti del Tampep di Torino. Tampep è un'organizzazione che promuove azioni politiche basate sul rispetto dei diritti delle persone immigrate in un panorama internazionale. Come stanno e quali sogni hanno queste donne – spesso vittime di sfruttamento della prostituzione – in un paese di cui stentano a parlare la lingua e la cui cultura è loro del tutto estranea? Un film sulle vittime di tratta che nasce "dalla fame di realtà […] e dallavolontà di testimoniare circa questo nostro tempo così difficile, in questa Italia così degradata, spersa dietro tante sollecitazioni che portano solo verso l'imprigionamento ulteriore di anime e menti. Un film che nasce dal desiderio di testimoniare contro le ingiustizie del nostro presente".

sceneggiatura

Tonino De Bernardi

montaggio

Alberto Momo

fotografia

Tonino De Bernardi

interpreti

Jonas Mekas, Mariella Navale, Maria Miglio, Rosanna Paradiso, Valentina Mele, Silvia Zaccaria, Sahid El Aloui, Sonia Paradiso, Stefania Inacco, Virginia Andone, Michelle Mildwater, Jaakko Kiljunen, Cynthia Simoes, Stefania Luberti

 

contatto

Tonino De Bernardi

 

Tonino De Bernardi

Biofilmografia

Tonino De Bernardi (Chivasso, 1937), dopo la laurea in lettere si avvicina al cinema underground, entrando nel 1967 nella Cooperativa Cinema Indipendente ed esordendo con Il mostro verde (1967), co-diretto con Paolo Menzio. A quest’opera seguiranno numerosi altri lavori, tra i quali ricordiamo Dei (1968-1969), Il quadrato (1971-1972) e Donne (1980-1982). Nel 1987 realizza il suo primo film ufficiale: Elettra, prodotto da Rai3. Seguiranno, in una produzione debordante, film presentati ai maggiori festival, tra i quali menzioniamo Appassionate (1999), Farelavita (2001) e Médée Miracle (2007), quest’ultimo interpretato da Isabel Huppert.