Allah Loves Equality - Essere LGBT in Pakistan

Italia, 2019, HD, 56', col.

regia:

Wajahat Abbas Kazmi

Allah Loves Equality - Essere LGBT in Pakistan

Il film documentario "Allah Loves Equality" dà voce alle persone LGBTQIA (lesbiche, gay, bisessuali, trans, queer, intersex e asessuali) che vivono nella Repubblica islamica del Pakistan: attraverso interviste realizzate a persone musulmane omosessuali e transgender con scene di vita quotidiana, tutti potranno conoscere la situazione dei diritti delle minoranze sessuali nel paese e quali sono gli atteggiamenti sociali nei loro confronti. Per la prima volta vere coppie omosessuali hanno deciso di mostrarsi pubblicamente e di raccontare la propria storia al mondo. Anche molte persone transgender, da coloro che lavorano come sex workers a chi sta lavorando per combattere l'HIV nella comunità, si sono raccontate apertamente. Inoltre, nella realizzazione del documentario, si sono toccati con mano i rischi che la retorica fondamentalista fa correre a chi vive la propria identità sessuale senza nascondersi e per questo è considerato immorale e blasfemo.

montaggio

Zeeshan Kazmi

fotografia

Wajahat Abbas Kazmi

interpreti

Qasim Iqbal, Bubbly Malik, Jannat Ali, Ali Mohammad, Hannan Siddique, Anaya Sheikh, Muhammad Salman Khan, Eshaa Chaudhary, Khursand Bayar Ali

produttore

Elena De Piccoli, Pier Cesare Notaro

 

contatto

Wajahat Abbas Kazmi
contact@wajahatkazmi.it

 

Wajahat Abbas Kazmi

Biofilmografia

Cineasta indipendente e attivista per i diritti umani lavora attualmente a Gujarat, in Pakistan e a Brescia, in Italia dove ha completato i suoi studi presso l’ IIS "Piero Sraffa" Brescia di Brescia. Lavorando come giornalista si appassiona alla sceneggiatura di film soprattutto di tema sociale con il nobile intento di contribuire con le sue opere a sviluppare la consapevolezza di certe problematiche nel pubblico. Torna nel 2009 in Pakistan dove realizzarà il lungometraggio “Crepuscolo” che ha sollevato reazioni polemiche in Pakistan.