Comunicato Stampa - Settimanali

A Torino il più antico festival sui temi LGBTQI d'Europa e terzo nel mondo
(Multisala Cinema Massimo, 20 – 24 aprile 2018)

Dal 20 al 24 aprile 2018 a Torino, presso la Multisala Cinema Massimo, torna il più antico festival sui temi LGBTQI (lesbiche, gay, bisessuali, trans, queer e intersessuali) d'Europa e terzo nel mondo diretto dalla talentuosa cineasta Irene Dionisio e presieduto da Giovanni Minerba, fondatore con Ottavio Mai della rassegna. Lovers Film Festival – Torino LGBTQI Visions sarà, anche nel 2018, all'insegna di uno spirito cinefilo, militante e pop e si concentrerà sul tema dei diritti LGBTQI attraverso il Concorso cinematografico, gli Eventi Speciali e Musicali. Da quest'anno, poi, il presidente Giovanni Minerba curerà una sua sezione assolutamente innovativa.

Lovers
Lovers ha un triplice significato: amante, appassionato e sexual partner. Un nome che racconta molteplici geografie sessuali, ma anche la cura e il profondo amore per il cinema e la stessa comunità LGBTQI. Gli obiettivi della rassegna infatti sono due: creare un festival dall'identità variegata e inclusiva, attraverso un nome unico che faccia da cappello all'intera manifestazione, e dare un forte segnale di apertura verso una dimensione internazionale.

Robin Campillo
Ospite atteso quest'anno sarà Robin Campillo, ultimo vincitore Gran Prix a Cannes e vincitore della Queer Palm con un omaggio e una masterclass a numero chiuso in collaborazione con Franck Finance-Madureira Presidente e fondatore della Queer Palm di Cannes.

I Diritti
Nel 2018 sul tema dei diritti verrà inaugurata un'iniziativa speciale nata in seguito alla collaborazione - avvenuta durante la 32esima edizione - con le associazioni LGBTQI del territorio. Da un confronto con tutte queste realtà in collaborazione con il Coordinamento Pride, saranno scelte 5 parole chiave e verrà individuato, per ognuna, un film dedicato.
Il focus sarà introdotto da un approfondimento dedicato al modo in cui i media rappresentano le persone LGBTQI a cura di Diversity, l'associazione fondata da Francesca Vecchioni. Madrina della sezione sarà Monica Cirinnà.

Music Riot
Dalla collaborazione fra Lovers e SEEYOUSOUND International Music Film Festival è nato il nuovo format MUSIC RIOT. Un contest aperto a musicisti e compositori under quaranta che verranno selezionati per partecipare a un approfondimento sulla soundtrack cinematografica grazie a una masterclass di specializzazione con Teho Teardo: musicista, compositore e sound designer che ha lavorato, fra gli altri, con Paolo Sorrentino, Gabriele Salvatores, Andrea Molaioli e Guido Chiesa. Il vincitore del contest, si esibirà nella cornice del Museo Nazionale del Cinema, sul palco dedicato agli eventi della mostra SoundFrames. Cinema e musica in mostra, in programmazione alla Mole Antonelliana fino al 7 gennaio 2019.

Le sezioni competitive
I concorsi principali sono quattro.

- All the Lovers. Concorso lungometraggi internazionale al quale possono concorrere film di finzione di ogni genere, che si aggiudicheranno il premio "Ottavio Mai", del valore di 1000 euro. Un omaggio al ricordo di chi, con la propria passione e con il proprio attivismo, ha dato vita al festival.

- Real Lovers. Concorso documentari internazionale al quale possono concorrere documentari di ogni genere.

- Irregular Lovers. Concorso iconoclasta internazionale al quale possono concorrere film di ogni genere e formato con particolare attenzione all'innovazione del linguaggio narrativo e visivo.

- Future Lovers. Concorso cortometraggi internazionale al quale possono partecipare film italiani e internazionali di ogni genere e formato. Il vincitore riceverà il premio "Fotogrammi Sovversivi" in onore degli scritti storici "Da Sodoma ad Hollywood".

Il Lovers Film Festival – Torino LGBTQI Visions è amministrato dal 2005 dal Museo Nazionale del Cinema di Torino e si svolge con il contributo del MiBACT – Direzione generale Cinema, della Regione Piemonte e del Comune di Torino.



Twitter