Exhibitions

MOSTRA ASIA ARGENTO

ANTOLOGIA ANALOGICA

 

MARTEDì 23 APRILE 2019, ORE 18:00 @ MUSEO NAZIONALE DEL CINEMA, MOLE ANTONELLIANA

 

Asia Argento è conosciuta dal grande pubblico come attrice e regista, e meno conosciuta nelle vesti di fotografa, anche se ha pubblicato le sue immagini in importanti riviste nazionali e internazionali. Fotografa come la nonna paterna, Elda Luxardo, dalla quale ha ereditato il gusto estetico, la tecnica di ripresa e del ritocco a mano. Asia Argento, con le sue immagini, stampe da negativi 35mm e Polaroid, offre al pubblico una parte del suo mondo, attraverso autoritratti, volti, suggestioni, colori ed elaborazioni grafiche. In mostra, sulla cancellata esterna della Mole Antonelliana, ventitré fotografie da lei realizzate, tra il 2001 e il 2004, utilizzando la pellicola 35mm. Nell'Aula del Tempio del Museo Nazionale del Cinema propone una suggestiva serie di Polaroid, sulle quali l'artista è intervenuta con colori e materiali, creando una fusione estremamente interessante e ricca di omaggi a musicisti, attori e artisti in genere. A complemento, quattro scatti realizzati da Stefano Iachetti, curatore della mostra, che ritraggono Asia sul set di Incompresa, da lei diretto nel 2013.



QUERELLE: L'INDIVIDUO AL RISCATTO

INAUGURAZIONE: MARTEDI' 23 APRILE 2019, ORE 20:00 - 22:30;
PERIODO MOSTRA: DAL 23 APRILE AL 2 MAGGIO 2019 SU APPUNTAMENTO (335 6398351); @ GALLERIA DEL MAU, VIA ROCCIAMELONE 7C, TORINO

Personale di Antoio Minerba; a cura di Edoardo Di Mauro e Daniele D'Antonio.
La mostra è organizzata in collaborazione con Lovers Film Festival Torino LGBTQI Visions; con il Patrocinio dell'Accademia Albertina di Belle Arti.
Sostenitori istituzionali: Regione Piemonte, Compagnia di San Paolo, Fondazione CRT, Circoscrizione 6 Comune di Torino.

"Con questi nuovi lavori continua la mia ricerca sulla "stratificazione" dell'immagine. Dopo "Atti Intimi", progetto dedicato alla poesia e alla canzone d'autore, "Querelle: l'individuo al riscatto", è il mio "Atto intimo" verso il cinema, la fotografía, il disegno e la grafica.

Le opere realizzate sono il risultato di un lavoro sul personaggio in questione e su tutto quello che ha ruotato (e continua a ruotare) attorno." - Antonio Minerba



STONEWALL INN

A cura di Samuele Piazza


MERCOLEDI' 24 APRILE 2019, ORE 18:30 @ RECONTEMPORARY, VIA GAUDENZIO FERRARI 12/B, TORINO

 

Una conversazione che parte dall'analisi di alcuni lavori di artisti contemporanei per sviluppare alcune suggestioni sull'eredità di Stonewall a 50 anni dai moti che diedero via al movimento di liberazione omosessuale americano. Guardando al bar come safe space e luogo di creazione di identità per una comunità, alle diverse narrazioni storiche e alle dinamiche di mitologizzazione degli eventi, la conversazione vuole interrogarsi sull'importanza di Stonewall per una generazione divisa tra social networks e nuove forme di attivismo. Dopo la presentazione, le opere saranno visibili in mostra al Circolo dei lettori di via Bogino 9 a Torino, dal 25 al 27 aprile.
L'appuntamento è l'occasione per scoprire Recontemporary, progetto curatoriale e nuovo spazio indipendente per l'arte contemporanea ideato da Iole Pellion di Persano e dedicato alla video arte con un programma di mostre, rassegne e talk che coinvolge artisti, collezionisti e curatori del panorama internazionale.