Borsa Querelle

Il 32° Lovers Film Festival – Torino LGBTQI Visions

istituisce una borsa LGBTQI

 

 

Borsa Querelle: con Salone del Libro e TorinoFilmLab

 

 

 

Il 32° Lovers Film Festival – Torino LGBTQI Visions, diretto da Irene Dionisio e presieduto da Giovanni Minerba, istituisce un premio e una borsa a partire da questa edizione, che si terrà dal 15 al 20 giugno presso la Multisala Cinema Massimo del Museo Nazionale del Cinema.

 

Borsa Querelle

Il Festival, per la prima volta, lancia la Borsa Querelle, rivolta a giovani autori Under 40 per lo sviluppo di trattamenti originali a tematica LGBTQI.

La Borsa è un omaggio a Querelle de Brest, romanzo di Jean Genet, pubblicato nel 1947, e all'omonimo film tratto dal libro, ultima pellicola diretta da Rainer Werner Fassbinder, uscito nel 1982. Due opere importanti per la cultura LGBTQI.

L'iniziativa è promossa insieme al 30° Salone Internazionale del Libro di Torino e al TorinoFilmLab, con la convinzione che la buona scrittura, già nelle fasi preliminari, costituisca una delle impalcature più solide per un lavoro cinematografico.

 

Al vincitore, selezionato da una giuria, sarà assegnata una borsa del valore di 3000 euro, offerti dal Salone del Libro come contributo allo sviluppo del trattamento in forma di sceneggiatura, alla quale saranno poi assicurati visibilità e incontri con professionisti all'interno della 33a edizione di Lovers Film Festival.

 

La giuria sarà composta da tre delegati del Museo del Cinema e due delegati del Salone Internazionale del Libro: Irene Dionisio (direttrice del 32° Lovers Film Festival), Savina Neirotti (direttrice del TorinoFilmLab), Stefano Boni (responsabile della programmazione del Cinema Massimo), Nicola Lagioia (direttore del 30° Salone Internazionale del Libro) e Willy Vaira (scrittore).

 

Il bando per la partecipazione sarà lanciato il 15 giugno sul sito del Lovers Film Festival, all'apertura della kermesse. Gli autori interessati dovranno inviare entro il 15 ottobre un trattamento – di massimo 8 pagine (carattere 12) - per un'opera filmica che coinvolga in maniera preponderante personaggi e tematiche LGBTQI. Inoltre il dossier deve essere corredato da una dichiarazione d'intenti - di massimo 4 pagine (carattere 12) – con nota di regia, motivazione e personaggi principali.

Gli elaborati dovranno essere inviati in forma anonima: nel testo non dovrà essere riportato nessun tipo di dato anagrafico relativo all'autore, mentre all'interno del plico contenente il trattamento dovrà essere allegata una seconda busta sigillata, con i dati anagrafici dell'autore.

 

I testi dovranno essere inviati alla sede del Lovers Film Festival – Torino LGBTQI Visions in Via Montebello 15, Torino con la dicitura sulla busta "Borsa Querelle".

 

Entro il 10 novembre 2017 sarà pubblicata una graduatoria sul sito del Festival. I cinque finalisti, durante il TorinoFilmLab (novembre 2017) affronteranno un colloquio/pitching con i membri della giuria, che valuterà l'originalità delle tracce e la fattibilità del progetto.

 

Il 15 novembre 2017 verrà annunciato il vincitore che dovrà produrre entro sei mesi dall'annuncio la sceneggiatura finale a partire dall'elaborato inviato.

 

La borsa verrà erogata dal Salone del Libro nel Gennaio 2018.

 

L'autore vincitore durante la 33esima edizione del Lovers Film Festival – Torino LGBTQI Visions avrà la possibilità – grazie allo staff del festival - di incontrare differenti professionisti del settore audiovisivo per discutere la fattibilità del proprio script.

 

 

Partner
Twitter