Il programma del 17 giugno

Domani, terzo giorno di programmazione, alle 11.30, presso la Sala 3 del Cinema Massimo si terrà un incontro speciale con l'attrice Jasmine Trinca, che dialogherà con la direttrice del 32° Lovers Film Festival, Irene Dionisio. L'ingresso è libero fino a esaurimento posti.
 
Alle 18.00, nella Sala 1, si terrà invece l'evento Special Pride con la proiezione del film Dream Boat di Tristan Ferland Milewski, in collaborazione con Biografilm Festival. Seguirà poi il dibattito, nell'ambito di Lovers Debates, con Michele Fornasero, fondatore della casa di produzione Indyca e documentarista, e Silvano Bertalot, dell'Associazione Quore, promozione sociale LGBTQI.
 
La serata proseguirà con l'omaggio a George Michael del musicteller Federico Sacchi, alle 22.30 in Sala 2, con l'evento Watch Without Prejudice vol.1, video tributo all'artista britannico, scomparso a Natale dell'anno scorso, organizzato in collaborazione con Seeyousound. Al termine della performance ci sarà un momento drink 'n' singcon un cocktail offerto da Compagnia dei Caraibi.
 
 
I concorsi
Proseguono i concorsi. Alle 18.00, in Sala 2, per Real Lovers, sarà proiettato Meu corpo é politico, presentato dalla regista, Alice Riff. Subito dopo si terrà un incontro con Luca Cechet Sansoé, per otto anni membro del comitato di selezione del Torino Film Festival, e Mary Nicotra, psicoterapeuta per Spot, sportello trans del Maurice GLBTQ di Torino.
 
Per All the Lovers, Petersen Vargas presenterà il suo film 2 Cool 2 Be 4gotten alle 20.00 in Sala 3.
Continuano anche i cortometraggi, con uno slot di sei film in concorso alle 16.00 in Sala 3.
 
 
Sezioni non competitive
Ancora due film per l'omaggio dedicato a Paul Vecchiali, in programma alle 18.00 in Sala 3. La produttrice Laurence Moinereau presenterà il cortometraggio Trois mots en passant, opera di Vecchiali del 2015, cui seguirà il film di Pascal Catheland, Revoir la Martine, documentario realizzato sul set di Trois mots en passant, nella cui lavorazione gli studenti del master per assistente alla regia dell'Università di Poitiers si affiancano a Vecchiali, in veste di professore.
 
Altri tre appuntamenti completano la programmazione cinematografica di sabato. Per l'evento speciale Gay & Football, alle 20.00 in Sala 1, è in programma The Pass di Ben A. Williams. L'opera è stata il film di apertura del BFI Flare 2017 e racconta quanto l'omosessualità sia ancora un tabù duro a morire nel mondo del calcio. Seguirà un incontro con Gianpaolo Ormezzano, giornalista ed ex direttore di Tuttosport, e Francesca Vecchioni, fondatrice di Diversity Media Awards.
 
In contemporanea, in Sala 2, la regista Lisa Gornick presenterà il suo film The Book of Gabrielle, preceduto da una performance crossmediale fatta di illustrazioni, proiezioni e musica, per l'evento speciale Sex and Arts. La pellicola racconta il lavoro di Gabrielle, che sta scrivendo una guida illustrata alla sessualità. L'incontro con lo scrittore Saul Bernard la metterà in crisi sul piano professionale e sentimentale.
 
Più tardi, alle 22.15, per il focus Queering the Borders, sarà proiettato Hjartasteinn (Heartstone) di Gudmundur Arnar Gudmundsson, insignito del Queer Lion all'ultima Mostra del cinema di Venezia. Un diario aperto in cui il regista racconta la propria adolescenza.
Seguirà un dibattito con Giovanni Minerba, presidente del 32° Lovers Film Festival, e Fabio Mollo, giurato di Real Lovers e regista.
 
 
Cambio di programmazione
Belle dormant di Ado Arrietta, in programma alle 22.00 in Sala 3, centerpiecedi All the Lovers, sarà spostato di 15 minuti: l'inizio è previsto quindi alle 22.15.

Partner
Twitter