Il programma del 18 giugno

Domani, quarto giorno di programmazione, la giornata inizierà con il consueto evento dedicato alle famiglie, Cinema con bebé, organizzato in collaborazione con Giovani Genitori e Famiglie Arcobaleno.

Alle 10.00, presso la Sala 2 del Cinema Massimo, sarà proiettato La bella e la bestia di Bill Condon, versione del 2017 della nota fiaba, remake dell'omonima e celebre pellicola Disney del 1991.

L'opera è stata oggetto di una recente polemica in Malesia in quanto la Disney ha rifiutato di tagliare la scena a tematica LGBT presente nel film, come richiesto dalla commissione di censura del Paese.

 

Prosegue, intanto, l'omaggio al regista francese Paul Vecchiali, con la proiezione del suo film Le cancre, alle 20.30 in Sala 3. L'opera è un racconto lirico costruito sulla memoria, il protagonista è lo stesso Vecchiali, che recita al fianco di Catherine Deneuve. La pellicola è stata selezionata per l'ultimo Festival di Cannes.

 

 

I concorsi

Per il concorso All the Lovers, dedicato ai lungometraggi, sarà proiettato The Wound di John Trengove, che sarà in Sala 1 alle 20.45 per presentare il proprio film, introdotto da Savina Neirotti, direttrice del TorinoFilmLab.

Subito dopo, alle 22.30, sempre in Sala 1, toccherà a Spa Night di Andrew Ahn, film che ha vinto il John Cassavetes Award ed è stato premiato al Sundance e all'Outfest per la toccante interpretazione del protagonista, Joe Seo.

 

Prosegue anche Real Lovers con Small Talk di Hui-chen Huang, alle 18.15 in Sala 2, opera che ha vinto il Teddy Award come miglior documentario all'ultima Berlinale. Seguirà un dibattito con Silvia Nugara, membro dell'Unione Culturale Franco Antonicelli, e Marta Gianello, co-traduttrice di Sorella Outsider di Audre Lorde.

Alle 22.30, sempre in Sala 2, sarà proiettato Casa Roshell di Camila José Donoso, che racconta la storia di un locale drag a Città del Messico. Subito dopo, si terrà un dibattito con Vittorio Sclaverani, presidente dell'Associazione Amici del Museo Nazionale del Cinema, e Gigi Malaroda, presidente onorario del Maurice GLBTQ di Torino.

 

Alle 16.15, in Sala 3, prosegue Future Lovers con il corto fuori concorso Deliziosa prospettiva di Antonio Padovani, seguito da sei cortometraggi in concorso, tra cui Loris Is Fine, presentato in sala dal regista, Simone Bozzelli.

Prosegue anche Irregular Lovers, alle 18.00, sempre in Sala 3, con Vênus – Filó a fadinha lésbica di Sávio Leite e William, el nuevo maestro del judo di Omar Guzmán e Ricardo Silva.

Più tardi, alle 23.00, sarà proiettato invece La noche di Edgardo Castro.

 

 

Sezioni non competitive

Alle 16.00, in Sala 1, sarà proiettato il doc fuori concorso Silenzi e parole di Peter Marcias, che mette a confronto due mondi molto distanti: la Quaresima dei frati cappuccini del convento di Sant'Ignazio di Cagliari e la Queeresima dell'Associazione ARC, organizzazione sarda che difende i diritti della comunità LGBTQI.

Il dibattito successivo, anziché in sala come previsto, si terrà presso il Circolo ARCI di via Giuseppe Verdi 34, subito dopo la fine della proiezione. Interverranno Alessandro Lombardo, presidente dell'Ordine degli Psicologi del Piemonte, e Maria Teresa Martinengo, giornalista de La Stampa.

 

Per il focus Queering the Borders è in programma, in Sala 1 alle 17.45, Jours de France di Jérôme Reybaud, già regista, nel 2012, del doc Qui êtes-vous Paul Vecchiali?Seguirà un incontro con Daniele Viotti, europarlamentare, e Gianluigi Ricuperati, scrittore e saggista.

Per il focus Before Moonlight, alle 20.30 in Sala 2, sarà proiettato Naz & Maalik di Jay Dockendorf.

 

 

Eventi OFF

La serata del 18 giugno ha in programma un dj set con iLesTOfanti, a partire dalle 20.00, che si terrà al Circolo Culturale Amantes. Il tema sarà Deep House & Dirty Tropical.

Partner
Twitter