Per i 70 anni di Ottavio Mario Mai

Il 9 dicembre 2016 Ottavio Mario Mai avrebbe compiuto settant'anni. In memoria del regista,

attore, sceneggiatore, scrittore e poeta, il comitato Arcigay Torino, che proprio a Ottavio Mai è

dedicato, propone a CasaArcobaleno (via Bernardino Lanino 3/a) una serata dedicata al racconto

della sua vita. La serata si svolgerà venerdì 9 dicembre dalle 21.00.


La vita di Ottavio

Ottavio Mai, settimo di otto figli, non ebbe una giovinezza facile, passando anche per il

riformatorio per volere del padre. Dopo svariati lavori giovanili, incontrò Giovanni Minerba,

attivista del FUORI! e futuro compagno di una vita. Decise di iscriversi, qualche anno dopo,

all'Università, seguendo prima i corsi di Filosofia e poi quelli di Storia del Cinema. La scintilla scattò

quando, insieme a Giovanni, videro l'ennesimo personaggio gay stereotipato al cinema in Le

occasioni di Rosa di Salvatore Piscitelli, decidendo così di girare in prima persona i propri film

allontanandosi dalla figura dell'omosessuale macchiettistico presente nel cinema italiano del

tempo. Da allora, dopo il primo lavoro autoprodotto dal titolo Dalla vita di Piero, fu un profluvio di

produzioni video, garantendo l'approdo a RAI3 Piemonte nel 1985, dove lavorò fino alla

scomparsa nel 1992. La Città di Torino, riconoscente per il prezioso contributo che Ottavio ha dato

alla cultura del capoluogo piemontese, nel 2015 ha inaugurato via Ottavio Mario Mai, adiacente al

Campus Luigi Einaudi, la prima strada in Italia dedicata a un attivista per i diritti degli omosessuali.


L'evento

Per l'occasione, il format di Bed Time Stories, consueto appuntamento con le testimonianze dei

personaggi che hanno guidato il movimento LGBTI italiano, verrà rivoluzionato affidando la

narrazione ad alcuni ospiti: Francesca Puopolo, presidente di Arcigay Torino, intervisterà Giovanni

Minerba, con cui Ottavio creò, nel 1986, il primo Festival Internazionale di Film con Tematiche

Omosessuali, Da Sodoma a Hollywood, grazie all'interesse dell'allora assessore alla cultura di 

Torino Marziano Marzano. L'intervista sarà arricchita da letture da parte di Darianna Tedesco,

speaker radiofonica e attivista di Arcigay Torino, ed Elsi Perino, diplomata in Tecniche della

Narrazione presso la scuola Holden di Torino e coautrice, insieme a Giovanni Minerba e

all'illustratore Mattia Surroz, di Negli occhi il cinema, nelle mani l'amore, graphic novel su Ottavio

e Giovanni, realizzato da Espress Editore in collaborazione con il Museo del Cinema di Torino.

Durante la serata verranno proiettati documenti video per ripercorrere insieme la grande e

poliedrica produzione di un artista che ha contribuito al movimento LGBTI a Torino e in tutto il

Paese.


Arcigay "Ottavio Mai" Torino - www.arcigaytorino.it

Via Bernardino Lanino 3/A, Torino

arcigaytorino.ottaviomai @ArcigayTorino arcigay.torino@gmail.com

Ufficio Stampa e Comunicazione

Riccardo Zucaro +39 347 060 6422 – Christian Azzara +39 347 451 7240

 

Partner
Twitter