Nazione: Italia
Anno: 1971
Durata: 111'


Nove novelle ed una cornice, in cui il regista stesso si ritaglia il ruolo di un allievo di Giotto, che portano sul grande schermo il medioevo vitale e beffardo, sboccato e promiscuo, dell'antologia boccaccesca. Un affresco esuberante e suggestivo, che guarda alla pittura trecentesca e non solo, in cui si intrecciano amplessi e morte, escrementi e religione, con esiti grotteschi e giocosi. Il primo capitolo della "Trilogia della vita", vincitore dell'Orso d'argento alla Berlinale 1971, denunciato e processato, ebbe un enorme successo al botteghino e fu il capostipite del cosiddetto filone decamerotico.

Programmazione

festival

27
18:00
Acquista
Cinema Massimo - Sala Soldati

Biografia

regista

Pier Paolo Pasolini

Intellettuale tra i più discussi del secondo dopoguerra, Pier Paolo Pasolini (1922 – 1975) ha lasciato un'impronta enorme sulla cultura del nostro Paese, di cui è stato critico sottile ed inarrestabile fustigatore. Scrittore, poeta, saggista, come regista ha sperimentato coi linguaggi e gli stili, dimostrandosi una voce unica nel panorama cinematografico mondiale e regalandoci capolavori quali Accattone (1961), Mamma Roma (1962), Il Vangelo secondo Matteo (1964), Teorema (1968), Salò o le 120 giornate di Sodoma (1975).

Cast

& Credits

Sceneggiatura/Screenplay Pier Paolo Pasolini
Montaggio/Editing Nino Baragli, Tatiana Casini Morigi
Fotografia/Photography Tonino Delli Colli
Scenografia/Production Design Dante Ferretti
Suono/Sound Gianni D'Amico, Mario Morigi, Pietro Spadoni, Massimo Anzellotti
Musica/Music Pier Paolo Pasolini, Ennio Morricone
Interpreti/Cast Ninetto Davoli, Franco Citti, Vincenzo Amato, Maria Gabriella Maione, Angela Luce, Giuseppe Zigaina, Pier Paolo Pasolini
Produttore/Producer Alberto Grimaldi, Franco Rossellini
Produzione/Production PEA Produzione Europee Associate, Les Productions Artistes Associés, Artemis Film
Distribuzione/Distribution Cineteca di Bologna
Menu